FacebookYouTubeTwitterPinterest
PER MAGGIORI INFORMAZIONI 3483719159 SEGRETERIA CORSI 9.00-21.00

Cos’è la onicofagia

Informazioni utili sull’onicofagia.

A tutti è capitato di vedere persone intente a rosicchiarsi le unghie o, nei casi più gravi, anche le cuticole e le pellicine circostanti. Dietro questa abitudine malsana si nasconde un disturbo convulsivo che colpisce individui di ogni età, donne e uomini, giovani e meno giovani.

Ma che cos’è l’onicofagia?

Per onicofagia si intende un comportamento compulsivo classificato in ambito psichiatrico tra i disturbi del controllo degli impulsi, tra cui rientra, ad esempio, anche l’abitudine di tirarsi e strapparsi capelli e peli. Secondo una diversa suddivisione, il mangiarsi le unghie fa parte dei disturbi specifici del comportamento e delle emozioni che si manifestano nel corso dell’infanzia e dell’adolescenza.

onicofagia

Quando si manifesta la onicofagia?

In periodi di forte stress, nervosismo o rabbia il mangiarsi le unghie si fa più intenso e incontrollato. Il soggetto compie il gesto in maniera inconscia e spesso non si accorge che porta ripetutamente le mani alla bocca per mordicchiare unghie e dita. Una volta compreso che cos’è l’onicofagia è importante provare a sondare quali siano le ragioni che fanno scattare quest’impulso.

Gli studi mostrano che molto spesso i soggetti onicofagi hanno una scarsa autostima e riversano la propria rabbia su se stessi anziché contro il mondo esterno, in una forma di autolesionismo. In altri casi mangiare le unghie rappresenta un bisogno di attenzione, un tentativo di manifestare in modo visibile una mancanza affettiva.

Rimedi per la onicofagia

Che cosa fare per risolvere, o perlomeno migliorare, questo disturbo?

Una delle terapie più diffuse ed efficaci si individua nel proposito, posto all’onicofago, di rendere nuovamente presentabili le proprie mani. Prendersi cura delle proprie unghie può aiutare a ridurre l’onicofagia e incoraggia a mantenere attraente questa parte del corpo. Frequentare un corso di onicotecnica, in particolare, rappresenta un’ulteriore spinta e incentivo a risolvere il problema. Se è vero, infatti, che le mani sono l’espressione della personalità, allora occorre ricoprirle di particolari attenzioni: le nuove mani curate e gradevoli faranno dimenticare cos’è l’onicofagia.

Vuoi diventare onicotecnica?

Richiedi senza impegno maggiori info sui nostri Corsi a Padova, Vicenza e Treviso!