FacebookYouTubeTwitterPinterest
PER MAGGIORI INFORMAZIONI 3483719159 SEGRETERIA CORSI 9.00-21.00

Terapia craniosacrale biodinamica

Corso di terapia craniosacrale biodinamica a Padova, Vicenza e Treviso

La terapia craniosacrale biodinamica fa parte della medicina complementare, e, nello specifico, della tradizione osteopatica.

Terapia craniosacrale biodinamica – le origini

Le sue origini risalgono agli inizi del Novecento, quando William Gardner Sutherland, uno studente americano di osteopatia, ipotizzò nel corso dei suoi studi che le ossa del cranio fossero capaci di effettuare un impercettibile movimento ritmico di espansione e flessione definito “respirazione cranio-sacrale”.

Terapia Craniosacrale Biodinamica

Terapia craniosacrale biodinamica – cos’è

La terapia craniosacrale biodinamica consiste in un approccio molto delicato di lavoro corporeo basato su una profonda conoscenza dell’anatomia e su una capacità di contatto molto “raffinata”.

Questa pratica si completa con un lavoro esperienziale, che consiste nel tentativo di accedere alle memorie più intime e profonde iscritte nei tessuti di ogni persona. Secondo questa terapia, grazie a queste memorie è possibile facilitare il riequilibrio di problematiche o disturbi le cui origini sono lontane nel tempo.

Corso di terapia craniosacrale biodinamica a Padova, Vicenza e Treviso

Secondo Sutherland i movimenti ritmici delle ossa del cranio possono essere alterati da traumi o malattie. Aveva inoltre scoperto che un ascolto manuale di queste fluttuazioni poteva facilitare il ripristino del loro movimento naturale e fisiologico. Un’ulteriore intuizione di Sutherland fu la presa di coscienza che all’interno dell’organismo c’era una forza di salute, che lui definì il “respiro della vita”. Fatta questa scoperta, il suo intervento si fece sempre più delicato e sempre più attento nel cogliere la sacralità del processo in corso all’interno di ogni uomo.

Nacque così la terapia craniosacrale biodinamica, diffondendosi inizialmente soltanto tra medici e osteopati. Nel corso degli anni Ottanta questa pratica si divulgò anche tra fisioterapisti, operatori corporei e psicologi.

Ma in che cosa consiste la terapia craniosacrale biodinamica?

In una tipica seduta, chi si sottopone al trattamento si distende, vestito, sul lettino e l’operatore appoggia delicatamente le mani sulle diverse parti del corpo. Attraverso il contatto, si sintonizza con la persona e la ascolta. L’operatore craniosacrale esperto riesce a cogliere non soltanto le onde più superficiali, che raccontano la storia più recente, ma percepisce anche le “maree” più profonde, che parlano anche della storia più remota del paziente.

Essendo una tecnica dolce e non invasiva e andando a favorire la persona nella sua totalità, la terapia craniosacrale biodinamica può quindi essere utile come risposta e aiuto per un ampio ventaglio di disturbi e situazioni. Oltre ad alleviare lo stress, incrementare la vitalità e favorire lo stato di salute generale, infatti, risulta indicata durante la gravidanze e dopo un incidente, ma anche per i dolori alla schiena, per quelli muscolari e mestruali, per i colpi di frusta o come valida alleata contro la fatica cronica, le artriti, le allergie e l’iperattività dei bambini.

Richiedi senza impegno maggiori informazioni sui Corsi di Terapia craniosacrale biodinamica a Padova, Vicenza e Treviso!