FacebookYouTubeTwitterPinterest
PER MAGGIORI INFORMAZIONI 3483719159 SEGRETERIA CORSI 9.00-21.00

Il massaggio sportivo decontratturante

Massaggio sportivo decontratturante: tecniche e applicazioni

Chi pratica attività fisica con frequenza o ad alta intensità avrà probabilmente presente la sensazione: quando i muscoli scheletrici sono troppo sollecitati (o magari quando il riscaldamento non è stato fatto a dovere), le fibre tendono a contrarsi involontariamente e a rimanere rigide. Se questo succede, ci troviamo di fronte a una contrattura, una lesione muscolare non grave ma fastidiosa, spesso anche percepibile al tatto. Per prima cosa, allora, è necessario interrompere immediatamente lo sforzo e poi sottoporsi a un massaggio sportivo decontratturante presso una struttura qualificata.

→ Scopri di più sul corso di massaggio sportivo a Padova, Vicenza, Treviso e Verona!

 

Grazie a un mix di tecniche e manovre, il terapista manipola il tessuto connettivo e quello muscolare per alleviare la tensione cronica, espellere l’acido lattico, sciogliere la contrattura e stimolare la circolazione sanguigna. Di solito il lavoro si concentra sulla zona del corpo interessata, in genere gambe, schiena o zona lombare e prevede sfioramenti, pressioni più profonde e colpetti localizzati che aiutano a sciogliere il muscolo dolorante.

Molte persone scelgono però questo trattamento anche semplicemente per alleviare lo stress o per risolvere piccoli fastidi causati da una postura sbagliata, ad esempio davanti al pc. In questo caso il tocco del massaggiatore sarà più delicato, ma avrà comunque grandi benefici: il massaggio sportivo decontratturante, infatti, migliora l’apporto di ossigeno ai tessuti e aiuta a espellere le tossine e i liquidi in eccesso. L’uso di oli come quello di mandorle o cocco agevola la frizione e rende morbida la pelle, mentre l’uso di essenze (per esempio camomilla o aloe) aumenta l’effetto rilassante del trattamento.

Massaggi Sportivi Decontratturanti

Dopo la sessione di massaggio, è possibile che il paziente si senta dolorante per qualche giorno, come se fosse reduce da un’intensa seduta di allenamento: in questo caso non c’è da preoccuparsi, significa anzi che il muscolo è in via di guarigione. Se il problema è grave o addirittura cronico, però, una sola seduta di massaggio sportivo decontrutturante non basta a risolverlo. L’ideale è programmare un ciclo ad hoc, abbinato a esercizi di postura e allungamento muscolare, interrompendo l’allenamento intenso fino a che i muscoli non avranno recuperato tono ed elasticità.

Ti piacerebbe fare un corso di massaggio sportivo decontratturante?
Richiedi informazioni per frequentare il Corso di Formazione a Padova, Vicenza, Treviso e Verona!